Icons Gallery | ROYAL OAKSKELETONAudemars Piguet
3522
product-template-default,single,single-product,postid-3522,theme-satellite,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,

ROYAL OAK
SKELETON

Audemars Piguet

   

ROYAL OAK
SKELETON

Audemars Piguet

$ 119,600.00

  
* Some images could be inserted for illustrative purposes only

BUY

The name Royal Oak dates way back to 1651, when Charles II of England found refuge from Cromwell's Roundheads among the branches of an oak tree, spending a whole night there. From then on, the oak tree became known as the "Royal Oak", marking a new beginning in the fight to reclaim the throne. In commemoration of this anecdote, between 1769 and 1914 the British Royal Navy christened four ships with the name Royal Oak, one of which had an oak wood hull and octagonal gun ports secured with screws. Legendary designer Gérald Genta, whose creative brilliance gave us so many of the most iconic models in watchmaking history, was inspired by the closing system of the ship's portholes (seen today as nothing short of revolutionary) for his Royal Oak, released in 1972. Considered to be the world's first luxury sports watch, it continues to evolve today, from the classic collections to the Offshore models, through to this iconic object which fully represents the extraordinary development of the Royal Oak.

Il nome Royal Oak (quercia reale) ha origini nel lontano 1651, quando Carlo II d’Inghilterra, trovò rifugio dalle truppe di Cromwell, sopra ad una quercia, dove rimase per tutta la notte. La quercia prese così il nome di “quercia reale”, e segnò un nuovo punto di partenza per la riconquista del trono. Per commemorare questo aneddoto, la Marina Militare Inglese, tra il 1769 e il 1914, ha battezzato 4 navi con il nome di Royal Oak, dove troviamo su una di queste, uno scafo in legno di quercia e gli oblò dei cannoni di forma ottagonale serrati da viti. A ispirare il designer, il leggendario Gérald Genta cui si deve lo stile di molti dei modelli più iconici della storia delle lancette, è stato proprio il sistema di chiusura degli oblò delle navi che oggi viene vista come una vera e propria rivoluzione, perché con il Royal Oak, nel 1972, nacque l’orologeria sportiva di lusso che si evolve fino ai giorni nostri, passando per le collezioni classiche e quelle Offshore, per arrivare a questo oggetto iconico che rappresenta in pieno la straordinaria evoluzione di questo studio.

Description

CASSA
Cassa in acciaio, vetro e fondello in vetro zaffiro con trattamento antiriflesso, corona avvitata

LARGHEZZA DELLA CASSA
39 mm

IMPERMEABILITÀ
50 m

SPESSORE DELLA CASSA
9.4 mm

QUADRANTE
Quadrante grigio ardesia, indici applicati e lancette Royal Oak in oro bianco con rivestimento luminescente

BRACCIALE
Bracciale in acciaio con chiusura pieghevole AP