Icons Gallery | E-TYPE 3.8 CONVERTIBILEFIRST SERIES 1962JAGUAR
3438
product-template-default,single,single-product,postid-3438,theme-satellite,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,

E-TYPE 3.8 CONVERTIBILE
FIRST SERIES 1962

JAGUAR

   

E-TYPE 3.8 CONVERTIBILE
FIRST SERIES 1962

JAGUAR

$ 203,000.00

BUY

Even today, the launch of the Jaguar E-Type at the Geneva Motor Show in May 1961 is still the stuff of legends. And according to this particular legend, Jaguar's official driver, Norman Dewis, drove the brand-new coupé through the night from London to Switzerland to get to the unveiling of the car on time. Aeronautical engineer Malcolm Sayer had recently developed the original monocoque for the Jaguar D-Type, which won the Le Mans 24 Hours three times between 1955 and 1957, when Sir William Lyons, aka "Mr Jaguar", commissioned him to design a brand-new car. He wanted a vehicle that would combine the boldest aerodynamic concepts of the time with power and elegance. And so it was, that first Jaguar E-Type, a sophisticated and posh-looking car of the most extraordinary beauty, saw the light in 1961. Enzo Ferrari was famously quoted as saying that he thought it was the most beautiful car in the world!

Il lancio della Jaguar E-Type al Salone di Ginevra nel maggio 1961 è ancora oggi, oggetto di leggenda, si narra infatti che Norman Dewis, driver ufficiale della Jaguar, pilotò la nuovissima coupé per tutta la notte da Londra alla Svizzera, per arrivare puntuale alla presentazione della vettura. L’allora ingegnere aeronautico Malcolm Sayer aveva da poco sviluppato in Jaguar, l'originale monoscocca della D-Type, che vinse poi la 24 Ore di Le Mans tre volte, tra il 1955 e il 1957, quando ricevette da Sir William Lyons, Capo supremo della Jaguar, l’incarico di disegnare una macchina nuova di zecca che abbinasse i più arditi concetti aerodinamici dell’epoca, alla potenza e all’eleganza. Vide così la luce nel 1961 la prima Jaguar E-Type, auto dalla straordinaria bellezza, non disgiunta da un aspetto sofisticato e snob. Enzo Ferrari la defini’ come l’ auto piu’ bella del mondo!

Description

TECHNICAL DETAILS
Modello: E-Type 3.8 Convertibile Prima Serie
Cilindrata: 3781 cc
Colore: Rosso carminio (Carmen Red) – Matching color
Anno di fabbricazione: 1962
Carrozzeria: R 2820
Certificato Jaguar Heritage Archive
Immatricolata in Italia anno 2008
Certificazione Registro Storico ASI: n. 374765
Chilometraggio sul tachimetro: 39.364 km

Questa E-Tipe si presenta in condizioni di eccellenza, nel suo originale rosso Carmen in contrasto cromatico di assoluto charme con la nuova capote color crema.
Recentemente restaurata a nuovo dagli specialisti del marchio, questa Jaguar conserva la stessa apparenza di un’auto appena uscita dalla fabbrica di Coventry, il mezzo secolo di vita, non ha minimamente intaccato la sua bellezza, anzi sembra quasi aver accresciuto quel suo particolare fascino senza tempo.
Il motore, superbamente restaurato e rilucente in ogni sua componente, appare come appena uscito di fabbrica, una vera goduria per gli occhi degli appassionati Jaguar.
Questa E-Type ha subito inoltre la sostituzione dei suoi principali componenti, tra cui i nuovi sistemi di scarico e gli pneumatici. Di grande suggestione ed impatto anche i rilucenti cerchi a raggi che contribuiscono ad enfatizzare il fascino snob di questa anglosassone d’autore, ma con spiccata vocazione corsaiola.
La strumentazione interna della E-Type è ottimamente conservata ed il volante in legno e metallo a tre razzo è quello originale. L’impianto elettrico è stato completamente revisionato e ripristinato dove necessario. L'auto conserva anche la sua radio AM originale, perfettamente funzionante.
I pannelli delle portiere si presentano compatti e senza screpolature e la moquette ton sur ton, contribuisce ad aumentare la sensazione di trovarsi comodamente adagiati in un raffinato salotto da interni.
Questo esemplare rappresenta oggi una scelta eccellente per il collezionista Jaguar alla ricerca di una delle prime E-Type, ma che pensi anche ad un investimento di soddisfazione, un vero e proprio “passion Investment”, con seri indizi di una rivalutazione nel corso dei prossimi anni.
Il suono di questa sei cilindri in linea, resta ancor oggi, una delle più belle melodie per gli amanti di questa fascinosa Casa automobilistica.